INDIRIZZI DI STUDIO

Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica

Opzione: Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili

Piano di studi: IMPIANTI E APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio.

Il diplomato è in possesso delle competenze specialistiche nel settore elettrico-elettronico e delle competenze necessarie nel settore termotecnico. Interviene nell’installazione e nella manutenzione di sistemi di comando e di controllo nell’automazione industriale, di impianti elettrici civili, domotici, di videosorveglianza, d’allarme  e di reti informatiche.  È in grado di acquisire le innovazioni del settore e cura la documentazione e la certificazione previste dalle norme.

Prospettive di lavoro:

aziende elettriche, elettroniche ed informatiche; come manutentore in tutte le realtà produttive e di servizi; ha le competenze per avviare una attività imprenditoriale.

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica ed altri) e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

 

È in grado di:

  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente.

  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi.

  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi.

  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che li coinvolgono.

  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento.

  • reperire e interpretare documentazione tecnica.

  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi.

  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità.

  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche.

  • operare nella gestione dei servizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

 

L’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” afferisce all’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”.

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica”, opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali” consegue i risultati di apprendimento di seguito descritti in termini di competenze:

1.      Comprendere, interpretare e analizzare schemi di apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili.

2.      Utilizzare strumenti e tecnologie specifiche nel rispetto della normativa sulla sicurezza.

3.      Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti  e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione, nel contesto industriale e civile.

4.      Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite.

5.      Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni degli apparati e impianti industriali e civili di interesse.

6.      Garantire e certificare la messa a punto a regola d’arte degli apparati e impianti industriali e civili, collaborando alle fasi di installazione, collaudo e di organizzazione-erogazione dei relativi servizi tecnici.

7.      Agire nel sistema di qualità, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficienti ed efficaci.

Le competenze dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, nell’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili ”, sono sviluppate e integrate in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.

 

Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica

Opzione: Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili

Piano di studi: IMPIANTI E APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio.

Il diplomato è in possesso delle competenze specialistiche nel settore elettrico-elettronico e delle competenze necessarie nel settore termotecnico. Interviene nell’installazione e nella manutenzione di sistemi di comando e di controllo nell’automazione industriale, di impianti elettrici civili, domotici, di videosorveglianza, d’allarme  e di reti informatiche.  È in grado di acquisire le innovazioni del settore e cura la documentazione e la certificazione previste dalle norme.

Prospettive di lavoro:

aziende elettriche, elettroniche ed informatiche; come manutentore in tutte le realtà produttive e di servizi; ha le competenze per avviare una attività imprenditoriale.

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica ed altri) e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

 

È in grado di:

  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente.

  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi.

  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi.

  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che li coinvolgono.

  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento.

  • reperire e interpretare documentazione tecnica.

  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi.

  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità.

  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche.

  • operare nella gestione dei servizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

 

L’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” afferisce all’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”.

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica”, opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali” consegue i risultati di apprendimento di seguito descritti in termini di competenze:

1.      Comprendere, interpretare e analizzare schemi di apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili.

2.      Utilizzare strumenti e tecnologie specifiche nel rispetto della normativa sulla sicurezza.

3.      Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti  e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione, nel contesto industriale e civile.

4.      Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite.

5.      Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni degli apparati e impianti industriali e civili di interesse.

6.      Garantire e certificare la messa a punto a regola d’arte degli apparati e impianti industriali e civili, collaborando alle fasi di installazione, collaudo e di organizzazione-erogazione dei relativi servizi tecnici.

7.      Agire nel sistema di qualità, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficienti ed efficaci.

Le competenze dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, nell’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili ”, sono sviluppate e integrate in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.

 

Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica

Opzione: Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili

Piano di studi: IMPIANTISTICA TERMOIDRAULICA

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio.

Il diplomato è in possesso delle competenze specialistiche nel settore termoidraulico e condizionamento e delle competenze necessarie nel settore elettrico-elettronico. Sa intervenire al fine di eliminare i guasti degli impianti e ottimizzare l’efficienza energetica dei sistemi. È in grado di effettuare analisi di fattibilità economica per sistemi energetici e per interventi di efficientamento energetico, sa effettuare la manutenzione a norma e predisporre la documentazione tecnica a corredo degli interventi di manutenzione.

Prospettive di lavoro:

aziende termotecniche, termoidrauliche di condizionamento, aziende global service, enti di controllo dell’efficienza energetica; come manutentore di impianti nelle realtà produttive e di servizi; ha le competenze per avviare una attività imprenditoriale.               

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica ed altri) e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

 

È in grado di:

  • controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente.

  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi.

  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi.

  • utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che li coinvolgono.

  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento.

  • reperire e interpretare documentazione tecnica.

  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi.

  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità.

  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche.

  • operare nella gestione dei servizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

 

L’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” afferisce all’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”.

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica”, opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali” consegue i risultati di apprendimento di seguito descritti in termini di competenze:

1.      Comprendere, interpretare e analizzare schemi di apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili.

2.      Utilizzare strumenti e tecnologie specifiche nel rispetto della normativa sulla sicurezza.

3.      Utilizzare la documentazione tecnica prevista dalla normativa per garantire la corretta funzionalità di apparecchiature, impianti  e sistemi tecnici per i quali cura la manutenzione, nel contesto industriale e civile.

4.      Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite.

5.      Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni degli apparati e impianti industriali e civili di interesse.

6.      Garantire e certificare la messa a punto a regola d’arte degli apparati e impianti industriali e civili, collaborando alle fasi di installazione, collaudo e di organizzazione-erogazione dei relativi servizi tecnici.

7.      Agire nel sistema di qualità, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficienti ed efficaci.

Le competenze dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, nell’opzione “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili ”, sono sviluppate e integrate in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.

 

I NUOVI ISTITUTI PROFESSIONALI

Gli Istituti Professionali hanno la durata di cinque anni e sono suddivisi in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l'esame di Stato per il  conseguimento del diploma di istruzione professionale, utile anche ai fini della continuazione degli studi in qualunque facoltà universitaria, oltre che nei percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS).

Gli Istituti Professionali hanno un ruolo complementare e integrativo rispetto al sistema di istruzione e formazione professionale di competenza regionale.

Gli indirizzi quinquennali di diploma attivati sono:

  • MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA
              
             (ex elettronico, elettrotecnico, meccanico, termico);

 


  • SERVIZI SOCIO-SANITARI
                     
      (ex Servizi sociali);

  • SERVIZI SOCIO-SANITARI
                       (Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Odontotecnico).

 

 

Indirizzo: Servizi socio-sanitari

articolazione:

Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, odontotecnico

 

 

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio.

Il diplomato odontotecnico è in grado di costruire protesi dentarie provvisorie e definitive, fisse e rimovibili, protesi su impianti, dispositivi ortodontici, su modelli ricavati da impronte che l’odontoiatra rileva dalla bocca del paziente. È in grado di eseguire tutte le fasi di lavorazione comprendendo le problematiche connesse alla tutela della salute e della sicurezza. Realizza progetti protesici utilizzando le nuove tecnologie di disegno dentale in CAD 3D.

Prospettive di lavoro.

Il diplomato odontotecnico può svolgere la propria attività come dipendente presso i laboratori odontotecnici e, previo esame di stato post diploma, può aprire un’attività in proprio. Con le nuove competenze informatiche può svolgere attività specialistiche sul CAD CAM dentale.
  

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale dell’indirizzo “Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, odontotecnico” possiede le competenze necessarie per predisporre, nel laboratorio odontotecnico, nel rispetto della normativa vigente, apparecchi di protesi dentaria, su modelli forniti da professionisti sanitari abilitati.

 

È in grado di:

  • applicare tecniche di ricostruzione impiegando in modo adeguato materiali e leghe per rendere il lavoro funzionale, apprezzabile esteticamente e duraturo nel tempo;

  • osservare le norme giuridiche, sanitarie e commerciali che regolano l’esercizio della professione;

  • dimostrare buona manualità e doti relazionali per interagire positivamente con i clienti;

  • aggiornare costantemente gli strumenti di ausilio al proprio lavoro, nel rispetto delle norme giuridiche e sanitarie che regolano il settore.

 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’articolazione consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

 

1. Utilizzare le tecniche di lavorazione necessarie a costruire tutti i tipi di protesi: provvisoria, fissa e mobile;

2. Applicare le conoscenze di anatomia dell’apparato boccale, di biomeccanica, di fisica e di chimica per la realizzazione di un manufatto protesico.

3. Eseguire tutte le lavorazione del gesso sviluppando le impronte e collocare i relativi modelli sui dispositivi di registrazione occlusale.

4. Correlare lo spazio reale con la relativa rappresentazione grafica e convertire la rappresentazione grafica bidimensionale in un modello a tre dimensioni.

5. Adoperare strumenti di precisione per costruire, levigare e rifinire le protesi.

6. Applicare la normativa del settore con riferimento alle norme di igiene e sicurezza del lavoro e di prevenzione degli infortuni.

7. Interagire con lo specialista odontoiatra.

8. Aggiornare le competenze relativamente alle innovazioni scientifiche e tecnologiche nel rispetto della vigente normativa.

 

Settore servizi

Indirizzo: Servizi socio-sanitari

Articolazione: Servizi socio-sanitari

 

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio.

Il diplomato sa organizzare ed attuare  interventi adeguati alle esigenze socio-sanitarie di persone e comunità. Contribuisce a promuovere stili di vita a tutela della salute e del benessere bio-psico-sociale. Utilizza le principali tecniche di animazione sociali, ludica e culturale nei centri  per minori, anziani e disabili. Utilizza metodi e strumenti operativi per collaborare a rilevare i bisogni socio-sanitari del territorio ed organizzare interventi a sostegno  dell’inclusione sociale di persone, comunità e fasce deboli.

Prospettive di lavoro.

Il diplomato trova impiego presso asili nido, centri per anziani, aziende sanitarie, comuni (servizi sociali), cooperative.

 

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale dell’indirizzo “Servizi socio-sanitari” possiede le competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi adeguati alle esigenze socio-sanitarie di persone e comunità, per la promozione della salute e del benessere bio-psico-sociale.

 

È in grado di:

·       partecipare alla rilevazione dei bisogni socio-sanitari del territorio attraverso l’interazione con soggetti istituzionali e professionali;

·       rapportarsi ai competenti Enti pubblici e privati anche per orientare l’utenza verso idonee strutture;

·       intervenire nella gestione dell’impresa sociosanitaria e nella promozione di reti di servizio per attività di assistenza e di animazione sociale;

·       applicare la normativa vigente relativa alla privacy e alla sicurezza sociale e sanitaria;

·       organizzare interventi a sostegno dell’inclusione sociale di persone, comunità e fasce deboli;

·       interagire con gli utenti del servizio e predisporre piani individualizzati di intervento;

·       individuare soluzioni corrette ai problemi organizzativi, psicologici e igienico-sanitari della vita quotidiana;

·       utilizzare metodi e strumenti di valutazione e monitoraggio della qualità del servizio erogato nell’ottica del miglioramento e della valorizzazione delle risorse.

 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

1. Utilizzare metodologie e strumenti operativi per collaborare a rilevare i bisogni socio-sanitari del territorio e concorrere a predisporre ed attuare progetti individuali, di gruppo e di comunità.

2. Gestire azioni di informazione e di orientamento dell’utente per facilitare l’accessibilità e la fruizione autonoma dei servizi pubblici e privati presenti sul territorio.

3. Collaborare nella gestione di progetti e attività dell’impresa sociale ed utilizzare strumenti idonei per promuovere reti territoriali formali ed informali.

4. Contribuire a promuovere stili di vita rispettosi delle norme igieniche, della corretta alimentazione e della sicurezza, a tutela del diritto alla salute e del benessere delle persone.

5. Utilizzare le principali tecniche di animazione sociale, ludica e culturale.

6. Realizzare azioni, in collaborazione con altre figure professionali, a sostegno e a tutela della persona con disabilità e della sua famiglia, per favorire l’integrazione e migliorare la qualità della vita.

7. Facilitare la comunicazione tra persone e gruppi, anche di culture e contesti diversi, attraverso linguaggi e sistemi di relazione adeguati.

8. Utilizzare strumenti informativi per la registrazione di quanto rilevato sul campo.

9. Raccogliere, archiviare e trasmettere dati relativi alle attività professionali svolte ai fini del monitoraggio e della valutazione degli interventi e dei servizi.

 

Prospettive di lavoro.

Il diplomato trova impiego presso asili nido, centri per anziani, aziende sanitarie, comuni (servizi sociali), cooperative.

 

Indirizzo:Manutenzione e assistenza tecnica

Opzione:Manutenzione mezzi di trasporto (MOTORISTA)

 

 

Competenze acquisite al termine del quinquennio

Il diplomato è in grado di eseguire la riparazione e la manutenzione delle componenti meccaniche, elettriche ed elettroniche dei veicoli.   Esegue le diagnosi prescritte per legge e rileva anomalie e guasti del veicolo.  Esegue l’installazione di impianti e dispositivi elettrici ed elettronici ed il controllo sulla funzionalità ed efficienza del veicolo al termine dell’intervento. Cura la documentazione e le pratiche del settore. Stima la previsione di spesa.

 

Prospettive di lavoro.

Il diplomato trova impiego presso le officine per auto e veicoli civili ed industriali, le concessionarie. Ha le competenze per avviare un’attività imprenditoriale.

 

 

Profilo

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” possiede le competenze per gestire, organizzare ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria, di diagnostica, riparazione e collaudo relativamente a piccoli sistemi, impianti e apparati tecnici, anche marittimi.

Le sue competenze tecnico-professionali sono riferite alle filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica ed altri) e specificamente sviluppate in relazione alle esigenze espresse dal territorio.

È in grado di:

  •  controllare e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente;

  • osservare i principi di ergonomia, igiene e sicurezza che presiedono alla realizzazione degli interventi;

  • organizzare e intervenire nelle attività per lo smaltimento di scorie e sostanze residue, relative al funzionamento delle macchine, e per la dismissione dei dispositivi;

  •  utilizzare le competenze multidisciplinari di ambito tecnologico, economico e organizzativo presenti nei processi lavorativi e nei servizi che li coinvolgono;

  • gestire funzionalmente le scorte di magazzino e i procedimenti per l’approvvigionamento;

  •  reperire e interpretare documentazione tecnica;

  • assistere gli utenti e fornire le informazioni utili al corretto uso e funzionamento dei dispositivi;

  • agire nel suo campo di intervento nel rispetto delle specifiche normative ed assumersi autonome responsabilità;

  • segnalare le disfunzioni non direttamente correlate alle sue competenze tecniche;

  • operare nella gestione dei servizi, anche valutando i costi e l’economicità degli interventi.

Nell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, l’opzione “Manutenzione mezzi di trasporto” specializza e integra le conoscenze e competenze in uscita dall’indirizzo, coerentemente con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio, con competenze rispondenti ai fabbisogni delle aziende impegnate nella manutenzione di apparati e impianti inerenti i mezzi di trasporto di interesse, terrestri, aerei o navali, e relativi servizi tecnici.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in “Manutenzione e assistenza tecnica” - opzione “Manutenzione mezzi di trasporto”” consegue i risultati di apprendimento di seguito descritti in termini di competenze:


  1. Comprendere, interpretare e analizzare la documentazione tecnica relativa al mezzo di trasporto.
  2. Utilizzare, attraverso la conoscenza e l’applicazione della normativa sulla sicurezza, strumenti e tecnologie specifiche.
  3. Seguire le normative tecniche e le prescrizioni di legge per garantire la corretta funzionalità del mezzo di trasporto e delle relative parti, di cui cura la manutenzione nel contesto d’uso.
  4. Individuare i componenti che costituiscono il sistema e i vari materiali impiegati, allo scopo di intervenire nel montaggio, nella sostituzione dei componenti e delle parti, nel rispetto delle modalità e delle procedure stabilite.
  5. Utilizzare correttamente strumenti di misura, controllo e diagnosi, eseguire le regolazioni dei sistemi e degli impianti relativi al  mezzo di trasporto.
  6. Garantire e certificare la messa a punto a regola d’arte del mezzo di trasporto e degli impianti relativi, collaborando alle fasi di installazione, collaudo ed assistenza tecnica degli utenti.
  7. Agire nel sistema di qualità, gestire le esigenze del committente, reperire le risorse tecniche e tecnologiche per offrire servizi efficaci ed economicamente correlati alle richieste.

 

Le competenze dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, nell’opzione “Mezzi di trasporto”, sono sviluppate e integrate in coerenza con la filiera produttiva di riferimento e con le esigenze del territorio.

 

 

 

 

Albo on line

albo on line

 

I CORSI DELL'ISTITUTO

 
 

PANORAMICA DEI LABORATORI

I SUCCESSI DEGLI STUDENTI

PON WiFI

 
 

 

Progetto Alfa Romeo

Diagnostica guasti autovetture

50° ANNIVERSARIO

Vai all'inizio della pagina