Verso il 1950, con l'accelerazione dello sviluppo industriale italiano, il sistema dell'istruzione professionale allora in atto cominciò a rivelare notevoli carenze, in quanto non esistevano scuole che si affermassero come scuole di formazione generale, né come scuole di formazione professionale. le nuove tecnologie prospettavano, in termini sempre più decisi, l'esigenza di superare il vecchio concetto di "mestiere".

L'originalità degli Istituti Professionali, che assorbirono le vecchie "scuole tecniche", consisteva, da un lato, nell'affermazione dell'autonomia dell'insegnamento professionale, inteso come insegnamento integrato che supera l'obiettivo dell'apprendimento di un mestiere, dall'altro nel fatto di possedere un ordinamento flessibile, tale da consentire il rapido adattamento della struttura scolastica e dei contenuti degli insegnamenti alla evoluzione delle tecnologie operative.

L'Istituto "G.Ceconi" inizia la sua attività nel 1951, nella sede di Udine e nelle sedi coordinate di Ampezzo, Maniago e Tarvisio. negli anni successivi l'attività si estende via via anche alle sedi di Pordenone, Sacile, S.Pietro al Natisone, Tolmezzo, Latisana, Codroipo, Tricesimo, S.Giorgio di Nogaro, San Giovanni al Natisone e Cividale.

Le qualifiche, nel tempo, hanno riguardato vari settori: congegnatori meccanici, meccanici aggiustatori, meccanici tornitori, installatori a.g.r., saldatori; motoristi d'auto, elettrauto; coltellinai, stampisti; falegnami, mobilieri, seggiolai; assistenti edili, disegnatori edili, muratori; elettricisti in b.t., elettromeccanici; radioapparecchiatori, apparecchiatori elettronici; odontotecnici; corso di specializzazione ed automazione industriale.

Dall'anno 1951/52 all'anno 1976/77 hanno funzionato corsi serali per lavoratori.

Con la creazione degli Istituti Professionali autonomi di Pordenone, Tolmezzo, Gemona del Friuli e Cividale del Friuli, l'Istituto "G:Ceconi" nell'anno scolastico 1969/70 assume una fisionomia simile a quella attuale, con sede centrale in Udine e sedi coordinate a Codroipo, Latisana, San Giorgio di Nogaro e Tricesimo.

Con l'anno scolastico 1990/91 la sede coordinata di Tricesimo passa all'Istituto Professionale "Mattioni" di Cividale. Con l'anno scolastico 1997/98 la sede coordinata di Latisana viene aggregata all'Istituto Professionale per i servizi Commerciali e Turistici "Mattei" di Latisana.

Dall'anno scolastico 1998/99 il corso per Operatori dei Servizi Sociali è funzionante presso la sede centrale dell'Istituto in Udine.

Con l'anno scolastico 1999/2000, nell'ambito della razionalizzazione della rete scolastica, le sedi coordinate di Codroipo e S. Giorgio di Nogaro sono state aggregate ad altri Istituti.Dall'anno scolastico 2000/2001 la sezione Operatori dei Servizi Sociali opera presso la sede succursale del Polo Scolastico di via Diaz in Udine.

Nell'istituto risultano essere iscritti oltre 1100 allievi, in prevalenza di sesso maschile, provenienti per la maggior parte dalla provincia . Per quanto riguarda il successo scolastico dai dati rilevati dall'ultimo monitoraggio effettuato nel giugno 2002 risulta che il 67% degli allievi si diploma nel regolare corso di studi. Un numero costantemente in crescita di allievi prosegue gli studi frequentando corsi universitari in diverse facoltà. Tra i laureati presso l'Università degli Studi di Udine ogni anno, mediamente conseguono il titolo una decina di allievi provenienti dal nostro istituto.

Ogni anno molte aziende richiedono all'istituto i nominativi dei qualificati o diplomati per colloqui finalizzati all'assunzione.

Ogni anno molte aziende richiedono all'istituto i nominativi dei qualificati o diplomati per colloqui finalizzati all'assunzione.

L'I.P.S.I.A. "G.CECONI" ha la finalità di preparare giovani capaci di rispondere in maniera idonea alle esigenze del mondo del lavoro e che siano perciò dotati di qualificazione specifica e di abilità culturali alle all'uso degli strumenti conoscitivi e trasformativi della multiforme realtà in cui viviamo.

Attraverso i corsi triennali e quinquennali, sviluppa negli alunni, accanto al bagaglio tecnico-scientifico di base, la disponibilità ad essere flessibili, ciè capaci di affrontare sempre nuove situazioni sapendo ragionare per modelli e sistemi, a impadronirsi all'occorrenza di nuove grammatiche, a mettere continuamente in gioco il proprio sapere in una prospettiva di educazione permanente.

Albo on line

albo on line

 

I CORSI DELL'ISTITUTO

 
 

PANORAMICA DEI LABORATORI

I SUCCESSI DEGLI STUDENTI

PON WiFI

 
 

 

Progetto Alfa Romeo

Diagnostica guasti autovetture

50° ANNIVERSARIO

Vai all'inizio della pagina